Informazioni generali

 Dall’entrata in vigore della LPP è in funzione, tramite il Fondo di garanzia, un sistema di compensazione per mezzo di sussidi a favore dei datori di lavoro con molti dipendenti mediamente più anziani, per i quali i contributi di risparmio scalari secondo la LPP costituirebbero un onere particolarmente elevato (struttura d’età sfavorevole).

Il sussidio viene pagato all’istituto di previdenza.

Sussiste il diritto ad un sussidio nella misura in cui la somma degli accrediti di vecchiaia conformemente alla LPP di tutti i dipendenti di un datore di lavoro supera il 14% della somma dei corrispettivi salari coordinati.

I sussidi vengono calcolati annualmente sulla base dell’anno civile precedente.

Per il conteggio dei sussidi, i lavoratori autonomi vengono presi in considerazione solo se:

si assicurano volontariamente entro un anno dall’entrata in vigore della legge o dall’inizio dell’attività lucrativa indipendente, oppure
sono stati assoggettati all’assicurazione obbligatoria per un periodo di almeno   sei mesi e si assicurano volontariamente immediatamente dopo la scadenza di questo periodo.