Informazioni generali

Il formulario „Avviso / Conteggio relativo ai contributi“ del Fondo di garanzia ha due parti:

  • la parte A riguarda i contributi per i sussidi e va compilato soltanto dagli istituti di previdenza registrati in conformità a quanto previsto dall’Art. 48 della LPP.
  • la parte B va invece compilata da tutti gli istituti di previdenza.
Durante l’allestimento del conteggio tenete presenti i seguenti punti:

  • Il termine per l’invio del conteggio e il pagamento del contributo è il 30 giugno dell’anno successivo.
  • Le richieste di estensione del termine vanno presentate in tempo utile e per iscritto (proroga del termine al massimo fino alla fine dell’anno successivo).
  • Le fondazioni di maggiori dimensioni sono invitate a versare entro il 30 giugno un acconto nel quadro del contributo previsto (solo se il formulario del conteggio perviene in ritardo).
  • Conformemente all’Art. 52a della LPP, l’Ufficio di revisione designato della fondazione deve controfirmare il formulario del conteggio. Non sono sufficienti le conferme di uffici di revisione terzi.
  • Le correzioni dei contributi per gli anni precedenti (per esempio risultanti da mutazioni con effetto retroattivo), diventano effettivi per i contributi e le prestazioni per i cinque anni precedenti e una differenza di Fr. + / - 5.-- .

Parte A

  • Nella parte A, accanto alla somma dei salari coordinati pro rata (punto 1.1) deve essere assolutamente indicata la somma degli accrediti di vecchiaia (punto 2.4.), anche se non viene effettuato alcun calcolo dei sussidi.
  • Persone singole assicurate devono essere prese in considerazione nella parte A e specialmente per il conteggio dei sussidi, se si tratta di persone esercitanti un’attività lucrativa indipendente che per almeno sei mesi sono state soggette all’assicurazione obbligatoria, e che immediatamente dopo questo periodo si sono assicurate volontariamente (art. 58 cpv. 5 LPP). Le assicurazioni volontarie (nuove o già esistenti) di persone senza attività lucrativa (interruzione del lavoro, disoccupazione,pensionamento anticipato mediante FAR, ecc.) non devono esse-re prese in considerazione. Persone singole che lavorano presso un dato-re di lavoro non affiliato all’istituzione di previdenza devono essere prese in considerazione nella parte A, devono essere però dedotte dal conteggio delle sovvenzioni (punto 2.2.1. e 2.5.1.)
  • Là dove viene attivato un sussidio per struttura d’età sfavorevole, va presentata una lista dei datori di lavoro aventi diritto ai sussidi.
  • Un sussidio può essere fatto valere solo se riferito a tutti i dipendenti di un datore di lavoro assicurati conformemente alla LPP . Se per un datore di lavoro esistono nell'ambito della LPP più piani assicurativi, il diritto al sussidio va stabilito sul totale di tutti i piani.
  • Se presso un datore di lavoro sussistono contratti d’affiliazione per la LPP presso più istituti di previdenza, per tale affiliazione dovranno essere indicati i valori numerici ai punti 2.2.1 e 2.5.1. L’istituto di previdenza compila per il datore di lavoro per il quale ricorre tale fattispecie il formulario verde FG 3. Il datore di lavoro potrà successivamente far valere un eventuale diritto al sussidio per struttura d’età sfavorevole riepilogando il formulario FG 3 degli altri istituti di previdenza nel formulario FG 4 che sarà da lui inoltrato direttamente al Fondo di garanzia
  • Nella parte A non sono soggette all'obbligo di conteggio (e non hanno neppure diritto ai sussidi) le persone con liberazione da contributi ( casi d'invalidità ). Nella parte B non vanno inclusi al punto 3.1 gli averi di risparmio tenuti nell'ambito della liberazione da contributi. Le rendite versate vanno dichiarate al punto 3.3.

Parte B

  • Al punto 3.1 (parte B del formulario di conteggio) va tenuto conto della somma dei diritti di tutti gli assicurati attivi (capitale di copertura, risp. di risparmio, non delle prestazioni di libero passaggio effettivamente pagate nel corso di un anno di conto).
    In caso di cambio dell’istituzione di previdenza alla fine del 2004 le prestazioni d’uscita per l’anno in corso devono essere dichiarate ancora alla vecchia istituzione, anche se gli averi di vecchiaia sono stati già tra-sferiti alla nuova istituzione prima del 31.12.
  • Al punto 3.2 va riportato l’avere di vecchiaia ai sensi del conto conforme della LPP degli assicurati attivi. Questo punto corrisponde alla cifra da indicare nella statistica delle casse pensioni dell’Ufficio federale di statistica sotto la rubrica B21.
  • Nel punto 3.3 rientrano tutti i tipi di prestazioni di rendita (di vecchiaia, decesso e invalidità, incl. la compensazione del rincaro) e le prestazioni in caso di pensionamento anticipato. Sono soggette all’obbligo di contribuzione anche le prestazioni di rendita corrisposte tramite una compagnia di riassicurazione. Nel caso in cui i contributi siano già stati conteggiati dall’istituto del riassicuratore, questo va menzionato specificando l’istituto e il numero di contratto.
  • Al punto 3.4 va ora riportato il grado di copertura e al punto 3.5 il tasso d'interesse tecnico. Entrambi i valori vanno indicati anche nell'allegato del conto annuale di un istituto di previdenza (grado di copertura: punto 5.9; tasso d'interesse tecnico: punto 5.6). Per il grado di copertura secondo l'art. 44 OPP2 nell'allegato dell'Ordinanza OPP2 viene riportata la formula per il calcolo. Il tasso d'interesse tecnico (chiamato anche interesse o saggio d'interesse) è necessario per il calcolo attuariale dei capitali previdenziali dei pensionati.


Nel caso in cui all’interno dell’istituto di previdenza non vengano gestiti assicurati attivi, il formulario va completato con l’annotazione dell’affiliazione ad un istituto collettivo o comune e nello stesso tempo va confermato che tramite l’istituto non vengono pagate prestazioni di rendita nell’anno di conto e che alla fine dell’anno di conto non vengono neppure gestiti capitali di assicurati.